www.musicainvilla.com
corsi@musicainvilla.com

Scott Wheatley

Musica in Villa a Varese

Scott Wheatley

“Il ruolo di Taddeo, il compagno pazzo di Isabella, è stato interpretato in modo esilarante dal baritono Scott D. Wheatley. La sua voce, la sua faccia, tutto il suo corpo sono stati messi a lavorare come strumenti di recitazione, e tutta la sua interpretazione è stata grande, ma sottile. ”

Scott ha scoperto per la prima volta il mondo della musica come giovane e promettente pianista cresciuto in Kansas. Quando la sua bella voce baritonale si manifestò e chiaramente ebbe bisogno di essere ascoltata, ascoltò la chiamata e cambiò rotta. Ha quindi conseguito la laurea presso il Conservatorio di musica dell’Università del Missouri/Kansas City e l’Università della Florida del Sud, dopo aver sviluppato una chiara e forte voce baritonale operistica.

Si è esibito con il Lyric Opera di Kansas City, New York City Opera, Whitewater Opera, Bronx Opera, Sarasota Opera, Opera Northeast, Connecticut Grand Opera e AshlawnSummerFestivals. In queste compagnie, ha interpretato diversi ruoli tra cui Sharpless in Madama Butterfly, Conte di Almaviva in Le Nozze di Figaro, Marcello in La Boheme, Enrico in Lucia di Lammermoor, Gerard in Andrea Chenier e Germont in La Traviata.

L’amore di Scott per la musica lo ha aiutato a trovare anche una casa sul palco del concerto, dove ha eseguito i Requiem sia di Fauré che di Duruflé, Don Quichotte et Dulcinée di Ravel, Five Mystical Songs di Vaughan Williams, Paukenmesse di Haydn e Messiah di Handel. Ha debuttato come solista al Lincoln Center al Mostly Mozart Festival nella Vesperae Solennes de Confessore di Mozart sotto la direzione di Ivan Fisher. Sempre al Lincoln Center, in una produzione concertistica dell’Alceste di Gluck con Deborah Voight e Vinson Cole. Tra gli altri momenti salienti della carriera concertistica ricordiamo Barbanera in una nuova traduzione del Castello di Barbablu di Bartok con la Bartok Foundation a Tampa, nonché esibizioni in prima mondiale del ruolo di Recruit nella composizione di  Thea Musgrave presso la Society of Ethical Culture e le Nazioni Unite. Scott è apparso come solista con la Filarmonica d’Israele in concerti in Israele e al Festival di Salisburgo sotto la direzione di Zubin Mehta, nonché con la Collegiata Corale a Verbier, Svizzera e il Festival Bard a New York.

A livello internazionale, Scott ha anche cantato come Artista del Coro con molte delle più grandi orchestre del mondo, tra cui la New York Philharmonic, la San Francisco Symphony, LA Philharmonic, la Vienna Philharmonic, la Cleveland Orchestra, la Israel Philharmonic, la American Symphony Orchestra, sotto la direzione di famosi direttori come Lorin Maazel, Sir Colin Davis, Kurt Masur, Leon Botstein, Esa-PekkaSalonen, Franz Welser-Möst, Nicholas Mcgegan, Louis Langree, ValeryGergiev e John Mauceri. Altri punti salienti includono il Requiem di Verdi con la IsraelPhilharmonic, sotto la direzione di Riccardo Muti, le esibizioni della Carnegie Hall della premiere di Ecce CorMeum di Sir Paul McCartney, la produzione diretta da Julie Taymor di Grendel di Elliot Goldenthal, L’Allegro di Handel, il Penseroso, ed il Moderato con Mark Morris Dance Company alla Brooklyn Academy of Music e Le Grand Macabre di Ligeti con la New York Philharmonic, diretto da Alan Gilbert.

Scott affianca alla carriera di cantante ed insegnante di canto quella di coach ed accompagnatore, collaborando sia con cantanti che strumentisti, e i suoi rari tempi di inattività sono trascorsi godendosi la sua nuova casa nella splendida campagna del Maine.